Sarà Interessa A Te

Il gel sperimentale può aiutare quelli con il gel sperimentale

Rispettiamo la tua privacy.

MERCOLEDÌ, 18 aprile 2012 (HealthDay News) - Una forma gel di due comuni farmaci di Parkinson consegnati via un dispositivo simile a un tubo di alimentazione può aiutare le persone con malattia avanzata a ridurre gli effetti collaterali del farmaco ed eventualmente a evitare la chirurgia cerebrale.

Questo è il rapporto dei ricercatori che hanno scoperto che il gel sperimentale levodopa-carbidopa funziona meglio di un normale regime pillola per ridurre "fuori "tempo nelle persone con malattia di Parkinson avanzata.

Circa 1 milione di persone negli Stati Uniti vive con la malattia di Parkinson, un disturbo del movimento progressivo caratterizzato da tremore, lentezza e / o rigidità. La malattia distrugge lentamente le cellule nervose del cervello che producono la dopamina chimica, che controlla il movimento dei muscoli.

Il trattamento con levodopa-carbidopa orale - i marchi includono Sinemet, Sinemet CR e Parcopa - aiuta a sostituire i livelli di dopamina, ma dosi più elevate e l'uso a lungo termine dei farmaci per via orale può causare fastidiosi effetti collaterali, inclusi movimenti spontanei e involontari (discinesia) o tempi di "off".

Il nuovo gel viene infuso attraverso una pompa portatile collegata a un tubo gastrico che alimenta l'intestino tenue . "Le pillole hanno un'emivita più breve, ma somministrare il farmaco tramite gel consente una consegna più continua e ripara i livelli cerebrali in un modo più normale", ha detto l'autore dello studio Dr. C. Warren Olanow, professore di neurologia e neuroscienze presso il Mount Sinai School of Medicine, a New York City. Di conseguenza, "hai meno tempo di attesa e meno discinesia", ha aggiunto.

Pur non essendo una cura per la malattia, il metodo è un importante passo avanti, ha detto Olanow. "È una prova del concetto che quando si consegna il farmaco in modo continuo, si ottiene una risposta migliore senza peggioramento della discinesia", ha osservato.

E il nuovo gel "potrebbe anche avere applicazioni nella prima malattia di Parkinson per aiutare le persone a evitare gli effetti collaterali che provengono da un uso continuo a lungo termine di questi farmaci ", ha aggiunto.

Lo studio è stato rilasciato il 17 aprile e sarà presentato la prossima settimana all'American Academy of Neurology's meeting di New Orleans.

Nel suo studio, 71 partecipanti hanno ricevuto o l'infusione continua del gel e le pillole inattive con placebo o un gel inattivo e pillole che contenevano levodopa-carbidopa. Quando è iniziato lo studio di tre mesi, il partecipante medio ha avuto il morbo di Parkinson per circa 11 anni e ha vissuto 6,6 ore di "riposo" ogni giorno.

Chi ha ricevuto il gel ha ridotto il tempo di "spegnimento" di circa due ore extra al giorno e il loro tempo "on" - o tempo trascorso senza movimenti - aumentato di una media di due ore al giorno, rispetto a quelli che hanno assunto levodopa e carbidopa in forma di pillola, hanno riferito i ricercatori. Gli effetti indesiderati più comuni con il gel sono stati correlati a complicazioni nell'inserimento del dispositivo, dolore addominale, dolore durante la procedura e nausea.

Il piano prevede l'approvazione dei dati attuali alla Food and Drug Administration degli Stati Uniti. Lo studio è stato supportato da Abbott Laboratories, la società che ha sviluppato il nuovo gel intestinale.

"Sembra una buona opzione per le persone con malattia di Parkinson avanzata", ha affermato il dott. Roy Alcalay, un assistente professore di neurologia presso il Columbia University Medical Center a New York City e un consulente per la Parkinson's Disease Foundation. "Le indicazioni sono simili a quelle della chirurgia cerebrale [nota come stimolazione cerebrale profonda], e possono essere buone per le persone che non vogliono l'intervento chirurgico o coloro che hanno ancora molti sintomi e effetti collaterali del farmaco dopo l'intervento chirurgico", ha detto .

"Il farmaco sembra funzionare bene, ma la principale preoccupazione per il farmaco sono i problemi relativi alla sua somministrazione, che includono una procedura addominale eseguita da un gastroenterologo", ha aggiunto.

I risultati presentati alle riunioni mediche sono generalmente considerati preliminari fino alla pubblicazione in una rivista peer-reviewed. Aggiornato: 18/04/2012

arrow