Sarà Interessa A Te

Obesità uccide 1 su 5 - Quattro volte su che cosa pensano gli esperti

Rispettiamo la tua privacy.

GIOVEDI ', 15 AGOSTO 2013 - L'obesità sembra essere più letale degli esperti pensato, secondo un nuovo studio sull'American Journal of Public Health. Mentre stime precedenti hanno messo il tasso di mortalità dell'obesità intorno al 5%, i ricercatori della Columbia University Mailman School of Public Health di New York hanno rilevato che il tasso di mortalità è in realtà più vicino al 18% - il che significa che circa 1 persona su 5 obesa morirà dell'obesità e delle condizioni associate come malattie cardiache e diabete.

Laurie Wells si preoccupa di poter un giorno essere un caso pertinente. Preoccupata per il suo peso che influenza la sua salute, ha cercato di prenderne il controllo. "Stavo avendo angina, IBS e ipertensione arteriosa prima di iniziare a perdere peso", ha detto. "Ero preoccupato, perché pensavo che se avessi mantenuto il mio stile di vita, il diabete sarebbe stato il prossimo nella lista."

Aveva 55 anni quando decise di prendere posizione e fare qualcosa per il suo peso. A 280 sterline, ha avuto problemi cardiaci e non è stata in grado di svolgere alcune attività quotidiane. Tre anni dopo, con l'aiuto della South Beach Diet, riuscì a perdere 75 sterline.

Tuttavia, la sua celebrazione fu di breve durata. I problemi al ginocchio e alla schiena hanno portato via molta della sua mobilità l'anno scorso, e lei ha rimesso il peso che aveva perso. "Sono stato costretto su una sedia a rotelle mentre aspettavo un intervento chirurgico sul mio ernia del disco", ha detto Wells, ora 60. "Non ho potuto esercitare, e ho iniziato a trascurare la mia dieta. Ho recuperato 30 sterline. "

Wells, che vive a Phoenix, in Arizona, attualmente pesa 235 sterline. "Non ero molto contento quando ho iniziato a recuperare il peso", ha detto. "È difficile rimanere positivi e non diventare così negativi da farti perdere il controllo."

Sottostima delle conseguenze sulla salute dell'obesità

Wells è uno dei quasi 78 milioni di adulti obesi negli Stati Uniti - e questo studio dimostra che il problema è peggiore di quanto pensassero gli esperti.

"L'obesità ha conseguenze drammatiche peggiori per la salute di quanto alcuni recenti studi ci hanno portato a credere", ha detto in una nota l'autore dello studio Ryan Masters, PhD, una ricerca al Mailman. "Prevediamo che l'obesità sarà responsabile di una crescente quota di decessi negli Stati Uniti e forse addirittura determinerà un calo dell'aspettativa di vita negli USA."

Il tasso di obesità negli Stati Uniti è in costante aumento dal 1990, secondo il Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie. Nel 1990, nessuno stato aveva un tasso di obesità superiore al 19%, ma entro il 2010 nessuno stato aveva un tasso di obesità inferiore a 20%. È una tendenza preoccupante, ha detto Stacy Brethauer, MD, specialista presso il Bariatric and Metabolic Institute della Cleveland Clinic.

"Se il tasso di obesità continua ad aumentare, che prevediamo accadrà, possiamo aspettarci di vedere un aumento della mortalità anche il tasso, "ha detto il dottor Brethauer. "L'entità dell'aumento potrebbe essere inferiore, ma ci sono così tanti adolescenti obesi e sovrappeso che continueranno ad essere obesi come adulti."

Inoltre, secondo Brethauer, lo studio Mailman rifiuta anche l'idea che le persone obese possano fuggire gli effetti negativi sulla salute ed essere "in forma e grassi".

"Questo studio dimostra che anche il sovrappeso è associato a tassi di mortalità più elevati", ha affermato. "In tutto questo spettro di sovrappeso o obesi, c'è un aumentato rischio di mortalità e problemi di salute."

Può la paura di morire essere un motivatore di perdita di peso?

Per Wells, i risultati dello studio sono un promemoria di non solo di quanto è arrivata, ma anche di quanto deve ancora andare.

"Sono motivato a continuare a fare cose che miglioreranno o manterranno la mia salute", ha detto. "Solo perché un giorno posso scivolare, posso ricominciare dal morso successivo. Posso cambiare direzione in un momento. Non uso più un "slip-up" come scusa per buttare via tutto. Mi do il permesso di essere umano e andare avanti. So di essere capace di successo. "

E cerca di non usare la sua paura della morte e della malattia come motivatore.

"I tassi di mortalità potrebbero spronarmi a muovermi, ma migliorare la qualità della mia vita e darmi la capacità di fare ciò che voglio è ciò che veramente mi fa andare avanti ", disse Wells. "Se mi avessi dato la possibilità di vivere fino a 100 ma soffrendo, o vivendo a 90 anni e potessi ancora viaggiare, ne sceglierei 90."

CORREZIONE: Una versione precedente di questa storia ha sottovalutato il numero di obesi americani. La salute di tutti i giorni si rammarica dell'errore. Ultimo aggiornamento: 15/08/2013

arrow