Sarà Interessa A Te

Studio Legami Infiammazione, Batteri dell'intestino al diabete di tipo 1

Rispettiamo la tua privacy. Lo studio ha scoperto che le persone con il diabete di tipo 1 aveva significativamente più infiammazione nella mucosa del gut.iStock.com; Shutterstock

Le persone con diabete di tipo 1 mostrano cambiamenti nel loro sistema digestivo che non si vedono nelle persone che non hanno la malattia autoimmune, un nuovo studio italiano rileva

Tali cambiamenti includono diversi batteri intestinali e infiammazione nel intestino tenue. Le differenze possono giocare un ruolo nello sviluppo del diabete di tipo 1, hanno detto i ricercatori.

"Per anni abbiamo cercato la causa del diabete di tipo 1 nel pancreas. Forse, abbiamo cercato nel posto sbagliato e c'è la possibilità che l'intestino giochi un ruolo chiave nello sviluppo della malattia ", ha detto l'autore senior dello studio Dott. Piemonti Lorenzo. È vice direttore del San Raffaele Diabetes Research Institute di Milano.

Tuttavia, Lorenzo ha detto che non è possibile "trarre conclusioni definitive" sul fatto che questi cambiamenti intestinali possano causare l'attacco autoimmune che porta al diabete di tipo 1.

Nel diabete di tipo 1, il sistema immunitario attacca erroneamente le cellule sane del corpo. In particolare, la malattia causa la distruzione delle cellule insulari che producono insulina. Ciò lascia il corpo incapace di produrre abbastanza insulina, un ormone necessario alle cellule per utilizzare gli zuccheri dagli alimenti come combustibile.

Su 1.000 americani adulti, tra uno e cinque hanno il diabete di tipo 1, secondo la Società Endocrina.

RELATED: Virus comune può avere legami con il diabete di tipo 1

Il nuovo studio ha incluso 54 persone che hanno avuto endoscopie e biopsie della prima parte dell'intestino tenue. In una endoscopia, un tubo lungo e flessibile con una macchina fotografica viene infilato nella gola - mentre una persona è sedata - così un medico può vedere il tratto digestivo. Lo stesso tubo può essere usato per tagliare un pezzetto di tessuto gastrointestinale per una biopsia, secondo l'Istituto Nazionale di Diabete e Malattie Digestive e Renali.

I partecipanti allo studio si sono offerti volontari per lo studio, o stavano già avendo il procedura per diagnosticare un problema digestivo. Le procedure endoscopiche sono state eseguite presso l'Ospedale San Raffaele tra il 2009 e il 2015.

Diciannove partecipanti allo studio avevano il diabete di tipo 1. Sedici partecipanti allo studio sani hanno servito da gruppo di controllo. Gli ultimi 19 avevano una malattia celiaca, che è anche una condizione autoimmune. La celiaca provoca danni all'intestino tenue quando si consuma il glutine - una proteina di grano -

Lorenzo ha detto che fino all'11% delle persone con diabete di tipo 1 ha anche una malattia celiaca.

"Le due malattie condividono qualcosa, ma non tutti, "disse Lorenzo. Ha aggiunto che in questo studio non è stato incluso nessuno con entrambe le condizioni.

Usando campioni di tessuto prelevati dall'endoscopia, i ricercatori sono stati in grado di valutare direttamente i cambiamenti nell'infiammazione intestinale e nei batteri digestivi. Erano anche in grado di ottenere istantanee ad alta risoluzione dello strato più interno del tratto gastrointestinale.

Studi precedenti si basavano su campioni di feci per valutare i batteri intestinali. Jessica Dunne, direttrice della ricerca scoperta per JDRF (ex Juvenile Diabetes Research Foundation), ha detto che la composizione dei batteri intestinali (microbioma) cambia, a seconda di dove si guarda nel tratto digestivo.

"Come suggerisce questo documento, il piccolo L'intestino può essere più rilevante per il diabete di tipo 1 ", ha detto Dunne.

Lo studio ha rilevato che le persone con diabete di tipo 1 presentavano un'infiammazione significativamente maggiore nella mucosa dell'intestino legata a 10 geni specifici rispetto a quelli con malattia celiaca o il gruppo di controllo

Le persone con diabete di tipo 1 mostravano anche una diversa e distinta combinazione di batteri intestinali.

"Abbiamo riscontrato grandi differenze tra i gruppi", ha detto Lorenzo.

"Pensiamo che i nostri dati aggiungano un pezzo importante per districare la complessa patogenesi [fattori scatenanti biologici] del diabete di tipo 1 e, più in generale, delle malattie autoimmuni", ha detto.

Se i risultati sono confermati, questa informazione potrebbe essere utilizzata per sviluppare un nuovo trattamento nelle persone ad alto rischio di sviluppare il diabete di tipo 1, ha detto Lorenzo.

Disse Dunne: "È interessante notare che sono stati in grado di mostrare queste differenze nell'intestino. che i processi infiammatori sono alla base del diabete e ciò richiede ulteriori esami. "

Ha aggiunto che JDRF ha finanziato alcuni studi simili, quindi se questi risultati vengono replicati, potrebbe portare ad un" progresso significativo nella comprensione di questi processi infiammatori ".

Lo studio è stato pubblicato il 19 gennaio nel Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism. Ultimo aggiornamento: 19/01/2017 Copyright @ 2017 HealthDay. Tutti i diritti riservati.

arrow