Sarà Interessa A Te

Paula Deen sul suo diabete: "Non ho rimpianti"

Rispettiamo la tua privacy.

MARTEDÌ 17 GENNAIO 2012 - Mettendo fine a molte speculazioni, la chef e autrice di libri di cucina Paula Deen ha annunciato di avere il diabete di tipo 2. Nel Today Show , Deen, 64 anni, ha dichiarato ad Al Roker di essere stata diagnosticata tre anni fa durante una routine fisica, ma ha deciso di dire alla sua famiglia: "Ho detto, 'Terrò per il momento questo mi è stato vicino al petto "perché dovevo capire le cose nella mia testa".

Deen ha anche confermato di essere un portavoce pagato per Novo Nordisk, che produce il farmaco per il diabete (Victoza) che è attualmente prendendo. Insieme ai suoi figli, Bobby e Jamie, creerà versioni più sane delle sue famose ricette a base di grassi e zuccheri, che appariranno sul sito Diabetes in a New Light.com.

Ma non è chiaro se questo un nuovo approccio alla cucina si ripercuoterà sul suo show Food Network, "I migliori piatti di Paula". "Ho sempre incoraggiato la moderazione", ha detto Deen a Roker. "Condivido con te tutte queste gustose ricette da ingrasso, ma le dico alle persone, 'con moderazione'". Questa è una novità per molti critici, incluso il collega chef Anthony Bourdain, che ha fatto saltare in aria Deen per promuovere un modo di mangiare insalubre.

Deen ha anche sottolineato la necessità di assumersi la responsabilità di ciò che si mangia. "La gente mi vede ... cucinare tutti questi meravigliosi piatti del sud, ingrassare ... è per l'intrattenimento Come ho detto a Oprah qualche anno fa, tesoro, sono il tuo cuoco, non il tuo dottore. Dovrai essere responsabile di te stesso . "

Deen on Diabetes

In un'intervista USA Today , Deen ha dettagliato cosa ha portato alla sua decisione di farsi avanti ora:" La mia conoscenza della malattia era molto limitata, ma ora sono venire con una buona informazione, qualcosa che possa aiutare e portare speranza ad altre persone ". Ha anche paragonato il diabete a un gioco della roulette russa: "Riguarda l'ereditarietà, riguarda l'età, lo stile di vita, la razza, io sono l'unico nella mia famiglia che ce l'ha."

Quindi, quanto è accurata l'informazione sul diabete Deen è dispensato così lontano?

Eredità. I fattori genetici svolgono un ruolo importante nel diabete di tipo 2. Gli studi dimostrano che le persone che hanno un parente stretto (genitore o fratello) con diabete di tipo 2 hanno un rischio tre volte maggiore di sviluppare la malattia rispetto a quelle senza storia familiare.

Età Diversamente dal diabete di tipo 1, che è più probabile che compaia nei bambini e nei giovani adulti, il rischio di diabete di tipo 2 aumenta con l'età (sebbene l'incidenza sia aumentata nei bambini e negli adolescenti). Quasi un terzo delle persone di età superiore ai 65 anni ha il diabete e il National Diabetes Information Clearinghouse raccomanda che chiunque abbia 45 anni o più debba prendere in considerazione la possibilità di sottoporsi al test.

Stile di vita Altro che evitare il tè dolce e aggiungerlo quotidianamente camminando su tapis roulant, Deen ha detto a USA Today che non ha apportato molti altri cambiamenti nel modo in cui mangia e cucina: "Non voglio passare la mia vita a non avere del buon cibo nel buco della mia torta ". Inoltre, non pensa che il cibo sia l'intera storia: "Mia nonna cucinava e mangiava come mangiavo, e lei non aveva il [diabete]."

Mentre è vero che uno stile di vita malsano - e il guadagno di peso che spesso lo accompagna - non sono le uniche cause del diabete di tipo 2, più dell'85 per cento delle persone con questa condizione sono sovrappeso o obese, secondo i dati del governo. E un recente studio britannico pubblicato sulla rivista Nature Medicine ha scoperto che una dieta ricca di grassi nei topi può effettivamente scatenare il diabete di tipo 2 influenzando le cellule produttrici di insulina, il che potrebbe spiegare ulteriormente il legame tra obesità e tipo 2 diabete.

Gara. L'etnia e la razza sono fattori di rischio forti per il diabete di tipo 2. Secondo le statistiche del governo, rispetto agli adulti bianchi non ispanici, il rischio di diabete è del 18% più alto negli asiatici americani, del 66% più alto negli ispanici / latini e del 77% più alto negli afroamericani non ispanici.

Paula Deen: In pace con la sua diagnosi

Deen sa che dovrà affrontare critiche dopo l'annuncio del diabete, ma dice di non avere "rimpianti" per la sua decisione di farsi avanti - o, per altro, la sua carriera di promozione tradizionale Cucina del sud Ora non vede l'ora di aiutare gli altri diabetici, dicendo USA Today , "Quando si dice e si fa, l'unica cosa che voglio lasciare su questa terra è la speranza, ho sentito la disperazione, ed è terribile Ho voglia di portare speranza ad altre persone. "

Pensi che Paula Deen dovrebbe cambiare il suo stile di cucina ora che ha il diabete di tipo 2? Facci sapere nei commenti!

Segui @DiabetesFacts per le ultime notizie e informazioni sul diabete degli editori di @EverydayHealth.

Credito fotografico: Nikki Nelson / WENN.com Ultimo aggiornamento: 17/01/2012

arrow