Sarà Interessa A Te

Motivare un Amato con diabete di tipo 1

Rispettiamo la tua privacy.

Nonostante i significativi progressi nel trattamento del diabete, rimane la principale causa di malattie cardiache, ictus, cecità e insufficienza renale. Il controllo medico della pressione sanguigna e del glucosio ha aiutato, ma un buon controllo diabetico e la prevenzione delle complicazioni dipendono ancora molto dal fatto che il diabetico sia un partecipante attivo nelle sue cure.

Kathy Whittle, di Brewster, Mass., Ha sollevato due bambini con diabete di tipo 1. "Era assolutamente essenziale che diventassero consapevoli e coinvolti nella loro stessa cura, vogliamo che vivano il più normalmente possibile, e che significhi essere in grado di gestire situazioni che si sviluppano lontano da casa", dice Whittle.

Diabete di tipo 1 : L'educazione porta alla motivazione

"Il diabete non scompare, quindi è necessario superare la rabbia e la paura iniziali prima di poter discutere e affrontare onestamente i problemi che influiscono sul controllo del glucosio", afferma Meg Bayless, BSN, RN, un certificato educatore del diabete presso l'University of Iowa Health Center di Iowa City. Oltre a tenere costantemente traccia dei loro zuccheri nel sangue e assumere farmaci, le persone con diabete hanno anche bisogno di apportare cambiamenti nello stile di vita che coinvolgono la loro dieta, l'esercizio fisico e l'esposizione allo stress. È facile per i diabetici sentirsi fuori controllo delle loro vite. Essere costantemente informati di ciò che devono fare può essere travolgente. E, senza una motivazione e un incoraggiamento corretti, potrebbero sembrare che sia tutto troppo.

"La cosa migliore che abbiamo fatto per i bambini era iniziare con una buona educazione al diabete, nella loro clinica hanno lavorato con un'infermiera del diabete -educatore, un nutrizionista e uno psicologo.Queste sono risorse che sono state in grado di tornare a supporto fin dall'inizio ", dice Whittle. "I nostri bambini sono stati potenziati dall'educazione, interessati alla tecnologia del trattamento del diabete, come le nuove pompe per insulina, e seguono tutte le ultime ricerche: nostro figlio è al college ora e nostra figlia è alle superiori. vivere una vita normale e avere un atteggiamento positivo e fiducioso riguardo al loro futuro. "

Diabete di tipo 1: strategie per il caregiver

Le persone con diabete di tipo 1 che hanno difficoltà a soddisfare i loro bisogni primari non sono motivate ad affrontare problemi a lungo termine . Gli studi dimostrano che il coinvolgimento di un caregiver di famiglia che presta aiuto e supporto emotivo porta a una migliore gestione del diabete.

Come caregiver, sei una parte importante della motivazione della persona amata. Due parti importanti della motivazione sono la convinzione e la fiducia. Le persone con diabete devono avere la convinzione che essere coinvolti nelle loro cure è importante e la fiducia che possono avere successo.

Tenere presente che il tipo di assistenza necessaria dipende dalle circostanze del singolo paziente. "Le diverse fasi del diabete richiedono un focus diverso: le strategie di motivazione saranno diverse per il paziente in età scolastica di nuova diagnosi con coinvolgimento genitoriale, per adolescenti, per adulti e per le complicazioni", afferma Bayless.

Ecco le strategie per aiutare con i tuoi sforzi di caregiving:

Mira al progresso, non alla perfezione. La persona amata può essere sopraffatta se presentata con obiettivi che sembrano irraggiungibili. È meglio iniziare gradualmente e misurare i progressi con piccoli passi.

Evitare di assumerti troppo. I cari avranno bisogno di aiuto a volte, ma se fai troppo ti stai prendendo la loro responsabilità e mettendola su te stesso. "Il sostegno da parte di familiari e amici potrebbe dover cambiare nel tempo: la persona diabetica dovrebbe essere in grado di dire a chi gli è vicino quando non deve tormentarsi", dice Bayless.

"È stato difficile, specialmente con nostra figlia che aveva solo 10 anni quando le fu diagnosticata, per non saltare dentro. Dovevo costringermi a fare qualche passo indietro per prendere più responsabilità su se stessa ", dice Whittle.

Pensa alla lode, non alla paura. "Le tattiche intimidatorie sulle complicazioni future non sono efficaci", afferma Bayless. La persona amata è suscettibile di sintonizzarti se sembri giudicante. Lodi, sostegno e accettazione sono motivazioni molto migliori.

Sii paziente. Educare qualcuno al diabete richiede tempo. Preparati ad andare piano e ad essere persistente, specialmente se il diabetico è più grande. Uno studio recente ha rilevato che una persona con diabete di tipo 1 di età superiore ai 70 anni richiede più di 14 ore di cura a settimana. Per i diabetici anziani, essere consapevoli del fatto che la depressione, i problemi di memoria e i problemi di concentrazione possono interferire con la loro capacità di partecipare alle cure. Educare un diabetico anziano richiede tempo, pazienza, comprensione e tolleranza.

Chiedi aiuto I diabetici traggono beneficio dall'interazione con altri diabetici. Trova un gruppo di supporto diabetico. "Le risorse per il supporto sono multi-dimensionali, inclusi gruppi di supporto locali, consulenza individuale e supporto on-line", afferma Bayless. Raccomanda l'American Diabetes Association, la Juvenile Diabetes Research Foundation e l'American Association of Diabetic Educators come buon punto di partenza.

Il diabete è una malattia che dura tutta la vita a volte può sembrare travolgente. Incoraggiare la persona amata a essere coinvolta nella definizione degli obiettivi e nel fare buone scelte li aiuterà a sentirsi in controllo della propria vita. Aggiornato: 05/05/2009

arrow