Sarà Interessa A Te

Il caffè può davvero sconfiggere il diabete di tipo 2?

Rispettiamo la tua privacy.

GIOVEDI ', 19 gennaio 2012 (notizie su HealthDay) - La tua "tazza di Joe" mattutina potrebbe fare di più che dare il colpo di cui hai bisogno per andare avanti - potrebbe anche aiutarti a prevenire il diabete di tipo 2, suggerisce un nuovo studio.

Ma prima di versarti una seconda tazza sappiate questo: gli autori dello studio hanno affermato che la loro ricerca è stata condotta su colture cellulari e non ci sono prove che il caffè abbia alcuna capacità di tenere a bada il diabete di tipo 2.

Ricerche precedenti hanno suggerito un legame tra il caffè e un rischio ridotto di tipo 2 diabete, e ora i ricercatori cinesi dietro il nuovo studio pensano che possano sapere perché possa essere così. Hanno trovato tre principali composti nel caffè che possono fornire effetti potenzialmente benefici: acido caffeico, acido clorogenico e caffeina.

"Questi risultati suggeriscono che gli effetti benefici del consumo di caffè sul diabete mellito di tipo 2 possono essere in parte dovuti alla capacità del principali componenti e metaboliti del caffè per inibire l'aggregazione tossica di hIAPP [polipeptide amiloide dell'isopzione umana], "Ling Zheng, professore di biologia cellulare all'Università di Wuhan in Cina, e colleghi hanno scritto.

Il polipeptide amiloide dell'isoletta umana (hIAPP) è una sostanza normalmente trovato nel pancreas, secondo le informazioni di base nello studio. A volte, tuttavia, i depositi proteici anormali (aggregazione tossica) derivano da hIAPP. Questi depositi anormali (fibrille amiloidi) si trovano nelle persone con diabete di tipo 2, hanno detto gli autori dello studio.

I ricercatori si sono chiesti se bloccare la formazione di questi depositi potrebbe aiutare a prevenire o trattare il diabete di tipo 2, la forma più comune di zucchero nel sangue disturbo. Il prossimo passo sarebbe quello di trovare una sostanza che potrebbe prevenire questi depositi.

Nel 2009, uno studio pubblicato nel Archives of Internal Medicine riportò che le persone che bevevano più caffè sembravano avere il rischio più basso di sviluppare il diabete di tipo 2. Questo studio riportava che con ogni tazza di caffè consumata quotidianamente, il rischio di diabete di tipo 2 diminuiva del 7%.

Quindi i ricercatori dietro il nuovo studio condussero esperimenti di laboratorio per vedere se i composti trovati nel caffè potessero inibire la produzione del depositi proteici anormali associati a HIAPP.

Acido caffeico, acido clorogenico e caffeina - i tre componenti più comuni nel caffè, hanno affermato gli autori dello studio - hanno contribuito a ridurre i depositi proteici anormali, ma l'acido caffeico è risultato più efficace.

"Nostro i risultati suggeriscono che l'acido caffeico ha i maggiori effetti nei principali componenti del caffè.Le classifiche per gli effetti benefici dei composti del caffè contro l'aggregazione tossica dell'HIAPP sono l'acido caffeico, l'acido clorogenico e la caffeina, "Zheng e co-autore dello studio Kun Huang, professore di farmacia biologica presso l'Università Huazhong di Scienza e Tecnologia a Wuhan, spiegata in un'intervista via email.

Perché il caffè decaffeinato contiene livelli ancora più elevati di caffeina acido e acido clorogenico del caffè caffeinato, l'effetto benefico potrebbe essere ancora più forte per il caffè decaffeinato, hanno aggiunto.

Gli investigatori hanno sottolineato che questo lavoro è stato fatto solo nelle cellule, quindi non è chiaro se questo è il modo in cui il caffè potrebbe aiutare

Un esperto di diabete negli Stati Uniti è stato guardingo-ottimista circa le conclusioni dello studio.

"Scientificamente, questo è un documento molto bello, ma ha i suoi limiti", ha detto la dott.ssa Vivian Fonseca, presidente della medicina e scienza all'American Diabetes Association. "Questo è stato fatto in cellule, non in animali o persone.Non sappiamo anche se [i depositi anomali derivanti da hIAPP] sono la cosa più importante nello sviluppo del diabete di tipo 2, o se è qualcosa che si sviluppa più tardi."

Inoltre, afferma Fonseca, lo studio che ha trovato un collegamento tra un rischio ridotto di diabete di tipo 2 e caffè è stato uno studio epidemiologico. Ciò significa che lo studio non può dimostrare causa ed effetto, solo che c'è stata un'associazione tra questi due fattori. Potrebbe essere che le persone che bevono caffè hanno altre abitudini che riducono il rischio di diabete.

La linea di fondo, ha detto Fonseca, è troppo presto per formulare raccomandazioni sul consumo di caffè per prevenire il diabete. Ma, ha aggiunto, "se vuoi prevenire il diabete, ci sono alcune cose molto semplici da fare: puoi camminare per 30 minuti quasi tutti i giorni della settimana, ridurre un po 'le calorie e ridurre un po' il tuo peso".

Zheng e Huang hanno anche sottolineato che il loro studio era strettamente legato al caffè. "Il nostro studio non implica che la crema e lo zucchero serviti con il caffè saranno benefici per il diabete di tipo 2", hanno detto.

Lo studio è stato finanziato con sovvenzioni da varie agenzie governative cinesi.

I risultati dello studio sono stati pubblicati recentemente nel Journal of Agricultural and Food Chemistry . Ultimo aggiornamento: 20/01/2012

arrow