Sarà Interessa A Te

Tammy Andries: Pensiero positivo per combattere il cancro al pancreas

Rispettiamo la tua privacy.

All'inizio, Tammy Andries pensava che il suo mal di schiena fosse dovuto allo stress del movimento. "Ci stavamo preparando a trasferirci dal Minnesota in Wisconsin, a fare molte operazioni di sollevamento e movimentazione di scatole", afferma. Ma nel 2005, ha finito per andare in un pronto soccorso dell'ospedale per quello che si è rivelato essere calcoli renali, ed è stato mandato a casa con antidolorifici. Quando il dolore persisteva, Andries andò da un ER diverso, questa volta nella sua città natale, Waunakee, Wisc., Dove si sottopose a una TAC. "Fu allora che trovarono una massa di 8 centimetri sulla testa del pancreas", dice.

Infatti, Andries di 39 anni aveva più di calcoli renali - aveva un tumore neuroendocrino pancreatico (noto anche come carcinoma a cellule insulari), una forma più rara ma più salvabile di cancro del pancreas che rappresenta meno del 5% dei 44.000 casi diagnosticati ogni anno. Il tasso medio di sopravvivenza a cinque anni è del 42% per i tumori neuroendocrini pancreatici, rispetto a meno del 4% per la forma più comune della malattia.

Forse il più famoso paziente neuroendocrino del pancreas è stato Steve Jobs di Apple, a cui è stata diagnosticata nel 2004 e ha perso la sua battaglia con la malattia il 5 ottobre 2011.

Tammy's Cancer Story

"Non ho avuto molti sintomi", dice Andries, a parte il mal di schiena che si era preoccupato lei per circa due anni. Infatti, quando in precedenza aveva visitato il suo medico per i suoi problemi alla schiena, le era stato detto di fare esercizi di rafforzamento per costruire i suoi muscoli. Ma un chirurgo della Mayo Clinic, dove è stata inviata per un secondo parere dopo la TC, ha stimato che il grande tumore era presente da circa 4-6 anni.

Andries mancava anche di alcuni fattori di rischio legati al pancreas cancro - non era mai stata in sovrappeso e aveva una dieta generale sana (anche se ammette di essere cresciuta in una "famiglia di tipo carne e patate"), non era un fumatore e non beveva molto. Non aveva nemmeno una storia familiare di cancro al pancreas.

Scelta di un intervento chirurgico salvavita

I medici di Andries hanno stabilito che oltre al tumore di grandi dimensioni sulla testa del pancreas c'era anche una crescita di dimensioni della pallina da golf sul pancreas corpo. Anche se ora ci sono due farmaci approvati dalla FDA per trattare questo tipo di cancro al pancreas, al momento della diagnosi non c'erano farmaci mirati disponibili. Ma è stata trovata per essere un buon candidato per la chirurgia di Whipple, una procedura complessa che rimuove la testa del pancreas insieme a parti dello stomaco, del dotto biliare, del duodeno (la prima parte dell'intestino tenue) ea volte di altri tessuti circostanti. Si ritiene che anche Steve Jobs sia stato sottoposto a questo tipo di intervento chirurgico, oltre a un trapianto di fegato e altri trattamenti.

Per Andries, non ci sono dubbi sull'intervento chirurgico. "Quando mi è stato detto che avevo il cancro, ho detto: Okay, il cancro non è buono, liberiamoci di esso", dice. Ma lei aveva delle preoccupazioni. "I miei figli erano 4, 6 e 8. All'epoca pensavo, se fossi morto sul tavolo operatorio, si sarebbero ricordati di me?"

Ma Andries dice: "Sono stato allevato in una famiglia dove tu non hai" Parliamo dei negativi, attraversa la vita e ottieni il meglio da ogni situazione. "

L'intervento è andato bene, ma la sua guarigione ha avuto alti e bassi. "Mi è stato detto che [il recupero] richiederebbe dai quattro ai sei giorni - ho pensato, okay, uscirò in quattro, mi sentirò un po 'fuori. Questo si è rivelato molto più difficile di quanto pensassi." È stata in ospedale per sette giorni ed era "ancora veramente fuori da esso" dopo una settimana a casa. Doveva anche abituarsi a un nuovo modo di mangiare. Poiché una parte del suo stomaco è stata rimossa, Andries si sentì pieno dopo aver mangiato pochissimo cibo - "quasi come un bypass gastrico".

Tammy Andries: recupero dal cancro al pancreas

Da Halloween 2005 - due mesi dopo l'intervento chirurgico - Andries è stata in grado di far camminare i suoi bambini intorno all'isolato per fare dolcetto o scherzetto. Ma è stato solo un anno dopo l'intervento che è tornata a sentirsi come se stessa. Il suo trattamento di follow-up non includeva la chemioterapia o le radiazioni, ma ha fatto visita al suo oncologo periodicamente per scansioni TC e analisi del sangue per verificare i suoi progressi. "Ho avuto margini puliti dopo l'intervento chirurgico", dice Andries; ora, sei anni dopo, vede il suo oncologo una volta all'anno per i follow-up.

Durante la sua guarigione, Andries ha fatto affidamento sulla sua famiglia e sui suoi amici. "Ho avuto un ottimo sistema di supporto", dice. "I bambini ... ecco qualcuno che gli dice che la loro mamma era malata, ma io non mi sono ammalata, non sapevo fino alla fine dell'anno scolastico che una delle mie figlie ha detto alla sua insegnante che doveva essere coraggiosa perché sua madre era in ospedale e aveva il cancro, mia madre è arrivata e si è presa cura dei bambini, poi è arrivata mia suocera, mio ​​marito è stato fantastico. "

Anche sua sorella, che è un'infermiera, ha aiutato la sua guada attraverso le informazioni di cui aveva bisogno: "Ti senti così sopraffatto".

La comunità che aiutò Andries Cope

Ciò che fece anche una vera differenza: parlare con altri pazienti affetti da cancro al pancreas. "Mia sorella ha detto, 'Tammy, dovresti davvero parlare con qualcuno.' Non stavo davvero piangendo, non stavo davvero esprimendo alcuna emozione reale, almeno di fronte a lei - solo quando ero sola ogni tanto, a pensare ai miei figli. "

La svolta arrivò quando Andries partecipò a un simposio organizzato a Chicago dal Pancreatic Cancer Action Network , un'organizzazione senza scopo di lucro che lavora per far progredire la ricerca e sostenere i pazienti affetti dalla malattia.

"Ecco tutte queste persone che sono state toccate in qualche forma o forma dal cancro del pancreas Stavo parlando con questo signore che ho conosciuto meno di cinque minuti e ha detto: "Allora, hai avuto il Whipple - come sta andando la diarrea per te?" Solo una persona che è sopravvissuta avrebbe saputo fare quella domanda molto personale. L'hanno presa - tutti lì la capirono. "

Andries lasciò quel simposio motivato a ispirare gli altri. "Così tante persone con cui ho parlato mi hanno detto che il loro medico le ha appena detto di andare a casa e di tenere in ordine i loro affari. Penso che mi sia stata data la forma di cancro al pancreas a crescita lenta, così potrei essere qui sei anni dopo - per parlare di cancro al pancreas, i progressi che deve avere e la ricerca di cui abbiamo bisogno sul campo ". Nel 2006, si è offerta volontaria per l'evento di raccolta fondi Relay for Life dell'American Cancer Society in Wisconsin e nel 2007 ha co-fondato un evento di raccolta fondi, "Jazzed for Hope", per il suo capitolo locale del Pancreatic Cancer Action Network.

" Le tue priorità certamente cambiano ", dice Andries. "Non puoi dare qualsiasi giorno per scontato, pulito come vorrei che fosse la mia casa, non lo faccio più una priorità perché voglio trascorrere del tempo con i bambini. Devi guardare a ciò che è importante in la tua vita. "

Il consiglio di Andries per altri pazienti con cancro al pancreas:

Educati. " Ci sono molte informazioni là fuori e potrebbero non adattarsi alla tua diagnosi specifica ", dice Andries. "[E] nessuno ha tutte le risposte, ma se tu puoi [imparare cose] che ti aiuteranno a prendere decisioni, o aiutarti con la tua dieta, o qualsiasi cosa in tal senso, ottieni le informazioni che puoi."

Parlarne. Che sia per la famiglia, i caregivers o, in particolare, per gli altri pazienti, afferma Andries, è importante trovare un orecchio favorevole. "Mio marito e la mia famiglia erano meravigliosi, ma [a quel simposio] ero ora attorno a una nuova famiglia di persone che capivano veramente cosa significasse ascoltare le parole" Hai il cancro ". Ciò ha reso un mondo di differenza. "

Resta positivo. " Forse questo è il mio ingenuo stato di felicità ", dice Andries," ma penso che se riesci a mantenere uno stato positivo, guarisci più velocemente e la tua prospettiva è diverso. "

Fatti coinvolgere. La ricerca sul cancro al pancreas rappresenta meno del 2% dei dollari federali distribuiti dal National Cancer Institute, secondo il Pancreatic Cancer Action Network. "Il cancro del pancreas è così sottofinanziato", dice Andries. "Abbiamo bisogno di più finanziamenti e di un piano strategico in atto in modo che le persone siano attratte dalla malattia per studiarla. Se vi viene diagnosticata, fatevi coinvolgere come potete e fate rumore, si spera che riuscirete a suscitare speranza qualcun altro che lo segue. "Ultimo aggiornamento: 10/6/2011

arrow