Sarà Interessa A Te

Non tutti gli ospedali sono uguali quando si tratta di cura del cancro al pancreas

Rispettiamo la tua privacy. I centri chirurgici ad alto volume tendevano anche a fornire una migliore assistenza ai pazienti con carcinoma pancreatico o tiroideo. Piccole immagini

Quando si tratta di curare il cancro al pancreas, dove si può avere un intervento chirurgico potrebbe avere un impatto sulla durata della vita, secondo un nuovo studio.

I ricercatori hanno scoperto che le persone che viaggiano a un centro medico accademico sottoposto a chirurgia per carcinoma pancreatico vivono alcuni mesi in più rispetto a quelli che scelgono di operare in un ospedale più vicino a casa.

I centri chirurgici ad alto volume tendevano anche a fornire cure migliori a pazienti con pancreas o cancro della tiroide, ma poche persone scelgono di viaggiare per il loro intervento chirurgico, hanno detto gli autori.

"Poco si sapeva se viaggiare per ricevere la cura del cancro chirurgico producesse differenze nei risultati perioperatori e nella sopravvivenza globale", ha detto senior i investigatore Dr. Raymon Grogan. È un assistente professore di chirurgia presso la University of Chicago Medicine.

"Tuttavia, esiste una relazione consolidata tra l'elevato volume di operazioni di un chirurgo e gli esiti migliorati dei pazienti per il cancro del pancreas e della tiroide. i chirurghi negli Stati Uniti praticano in ambienti metropolitani e centri medici di riferimento accademico ", ha detto Grogan in un comunicato stampa dell'American College of Surgeons.

Per lo studio, i ricercatori hanno esaminato due tipi di cancro: cancro alla tiroide papillare e adenocarcinoma duttale pancreatico

Il cancro alla tiroide studiato è in genere a crescita lenta. Il trattamento raramente causa complicazioni e il tasso di sopravvivenza a cinque anni è di circa il 97%, secondo Grogan.

L'adenocarcinoma duttale pancreatico, d'altra parte, è solitamente una forma aggressiva di cancro con un tasso di sopravvivenza molto più basso. > RELATED: Cancro al pancreas: potresti essere a rischio?

Lo studio includeva informazioni su oltre 105.000 persone con cancro papillare della tiroide e quasi 23.000 persone con adenocarcinoma duttale pancreatico del database nazionale sul cancro degli Stati Uniti.

Pazienti che viaggiavano per il trattamento generalmente andava tra 20 e 84 miglia lontano da casa. Queste distanze sono correlate con la cura in un centro medico accademico, hanno detto gli autori dello studio.

I pazienti con cancro pancreatico aggressivo che vivevano in aree rurali e urbane che si sono recati in un centro medico accademico per la cura hanno vissuto in media due mesi in più rispetto quelli che hanno avuto un intervento chirurgico in un ospedale locale, i risultati hanno mostrato.

Questi pazienti avevano più probabilità di avere i loro linfonodi rimossi. Hanno anche avuto tassi migliori di "margini chiari" - il che significa che nessuna prova microscopica di tessuto canceroso viene lasciata dopo la chirurgia del cancro, secondo il rapporto.

Non sono state osservate differenze di sopravvivenza correlate al viaggio per le persone con cancro alla tiroide. Lo studio ha scoperto che quando questi pazienti viaggiavano, erano più propensi a ricevere cure conformi alle linee guida nazionali sul trattamento del cancro.

"I nostri dati non mostrano necessariamente che i pazienti che non viaggiano per cure oncologiche ricevono cure non ottimali", ha detto Grogan. "Piuttosto, i pazienti che viaggiano più spesso ricevono l'assistenza" gold standard "- cura che più spesso si conforma a raccomandazioni basate sull'evidenza."

Ma non molte persone hanno scelto di viaggiare per la cura del cancro, lo studio ha dimostrato. Solo il 9% di quelli con carcinoma tiroideo e circa il 25% dei pazienti con carcinoma pancreatico ha optato per un intervento più lontano da casa.

Dr. Michael White, l'autore principale dello studio, ha sottolineato che "tassi di sopravvivenza più bassi per il cancro del pancreas possono guidare la scelta di recarsi in un centro medico che esegue un volume maggiore di queste operazioni". White è un medico residente in chirurgia generale presso la University of Chicago Medicine.

Non è chiaro esattamente perché le persone scelgono di sottoporsi a un intervento chirurgico al cancro più vicino a casa. Gli autori dello studio hanno ipotizzato che essere più lontani da casa ha anche degli svantaggi.

I ricercatori hanno suggerito che quando si decide se viaggiare per un intervento chirurgico, i pazienti oncologici dovrebbero chiedere al chirurgo quante operazioni simili sono eseguite nel proprio ospedale ciascuna anno. Le persone dovrebbero anche chiedere i tassi di complicanze per tali interventi chirurgici.

I risultati dello studio sono stati pubblicati online di recente nel

Journal of American College of Surgeons . Ultimo aggiornamento: 11/11/2017 Copyright @ HealthDay 2017. Tutti i diritti riservati.

arrow